Strategico l’Accordo Italia-Usa sulla cooperazione nell'esplorazione ed utilizzazione dello spazio extra-atmosferico per scopi pacifici

Previdenza: a New York importante incontro promosso dall'on. Nissoli con i dirigenti Inps
novembre 2, 2015
Ratifiche: FitzGerald Nissoli interviene nell’Aula di Montecitorio per dichiarazioni di voto favorevole del Gruppo PI
novembre 4, 2015
Show all

Strategico l’Accordo Italia-Usa sulla cooperazione nell'esplorazione ed utilizzazione dello spazio extra-atmosferico per scopi pacifici

esplorazione spaziale

(Roma, 4 novembre 2015) – Oggi, l’on. Fucsia FitzGerald Nissoli (PI) è intervenuta nell’Aula di Montecitorio per dichiarazioni di voto, tutte favorevoli, su alcune importanti ratifiche di Accordi internazionali a nome del suo Gruppo parlamentare.

In particolare, per quanto concerne l’Accordo di cooperazione con gli Usa sulla esplorazione spaziale, l’on. FitzGerald Nissoli , eletta in Nord e Centro America, ha sottolineato che “l’Accordo si inserisce in una proficua cooperazione già in essere tra l’Italia e gli Stati Uniti d’America nel volo spaziale umano, nelle scienze spaziali ed astronomiche, nell’uso dello spazio per la ricerca nella scienze della Terra e nell’esplorazione, cooperazione bilaterale che l’Accordo si propone di potenziare nell’interesse delle Parti contraenti e nell’ottica di potenziali benefici per tutte le nazioni”.

“L’attività di ricerca scientifica – ha dichiarato l’on. Nissoli – sarà inoltre l’occasione per lo sviluppo di nuove tecnologie per l’esplorazione e l’utilizzo dello spazio extraatmosferico”.

Per l’on. Nissoli “la portata strategica dell’Accordo è tanto più rilevante in quanto le attività spaziali o cosmiche si avviano ad assumere un’importanza sempre maggiore a misura che il numero dei mezzi spaziali in navigazione nel cosmo va aumentando e a seguito della progressiva commercializzazione dello spazio cosmico che vede intervenire nel settore delle attività spaziali, oltre agli Stati, anche gli operatori privati, si pensi al settore delle telecomunicazioni, ai satelliti per osservazione scientifica o al recente interesse rivolto al così detto turismo spaziale”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *