Legge elettorale: emendamento Sc-Pd-Pi per l'"early vote"

Mozioni per armonizzare il sistema europeo dell'IVA alla luce del libro verde sul futuro dell'IVA adottato dalla commissione europea
Febbraio 11, 2014
Dov’è più il dialogo? Brutti esempi, caos e zuffe in Aula
Febbraio 19, 2014
Show all

Legge elettorale: emendamento Sc-Pd-Pi per l'"early vote"

(AGI) – Roma, 10 feb. – “Non si puo’ avere un sistema di voto che andava bene 100 anni fa. Introduciamo la pratica dell’early vote anche in Italia per consentire a chi vive fuori dalla propria sede di residenza di esprimere il proprio voto gia’ a partire dalle prossime europee”. Lo afferma Pierpaolo Vargiu, deputato di Scelta Civica e presidente della Commissione Affari Sociali di Montecitorio, che ha presentato un emendamento in tal senso sottoscritto anche da esponenti di altre forze politiche. “Un anno fa studenti, Erasmus e non, protestavano perche’ costretti a far rientro in sede per poter votare. Oggi abbiamo questa grande opportunita’ di innovazione: e’ una sfida da vincere insieme a tutte le forze politiche per liberalizzare il diritto di voto e modernizzare il Paese”, prosegue Vargiu. Hanno sottoscritto l’emendamento i deputati di Scelta Civica Capua, D’Agostino, Dambruoso, Galgano, Librandi, Matarrese, Molea, Vezzali (Sc), del Pd Albanella, Gasparini, Gozi, Grassi, Manfredi, Rocchi, Taricco, Zanin (Pd) e di Per l’Italia Quintarelli e Nissoli.(AGI)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *