Italiano all’estero/Nissoli: Bene Gentiloni sul ripristino fondi

Premio Letterario Biennale “Francesco Giuseppe Bressani”
23 Febbraio, 2016
Camera, interrogazioni seduta 23 febbraio: Fitzgerald Nissoli
25 Febbraio, 2016
Show all

Italiano all’estero/Nissoli: Bene Gentiloni sul ripristino fondi

(Roma, 24 febbraio 2016) – Oggi l’on. Fucsia FitzGerald Nissoli è intervenuta nel corso del question time a Montecitorio chiedendo al Ministro degli Affari esteri, Paolo Gentiloni, “se intende prendere impegni concreti circa il ripristino dei fondi” per la promozione della lingua italiana all’estero.

In particolare, l’on. Nissoli ricordando la forte preoccupazione tra le Comunità italiane all’estero circa i recenti tagli effettuati al capitolo 3153 del bilancio del Maeci, ha sottolineato che essi “comprometterebbero l’attività gia’ programmata e quindi avrebbero un impatto negativo sulla promozione della lingua italiana nel mondo”.

Per noi italiani all’estero – ha precisato la deputata eletta in Nord e centro America – la conoscenza della lingua italiana e’ fondamentale per mantenere vivo il legame con le nostre radici oltre che orgoglio ed appartenenza”, evidenziando anche “che la diplomazia culturale e’ fondamentale per il buon funzionamento del nostro sistema Paese” in cui riveste un ruolo centrale “le nostre Comunita’ all’estero”.

Il Ministro Gentiloni, nella sua risposta ha sottolineato l’importanza della promozione linguistica all’estero precisando: “noi siamo impegnati a ripristinare il prima possibile gli stanziamenti almeno al livello dell’anno precedente”.

L’on. Nissoli ha trovato rassicuranti le parole del Ministro Gentiloni ipotizzando che esse possano essere “sufficienti a calmare le preoccupazioni sorte nell’ambito delle Comunita’ italiane all’estero. Io stessa – ha proseguito la parlamentare – mi ero fatta portavoce dei disagi che si erano venuti a creare con una petizione che ora ritengo con soddisfazione superata dalle sue affermazioni”.

Credo che gli italiani all’estero gliene saranno grati – ha incalzato l’on. Nissoli – tuttavia, sappiamo bene che bisogna fare di piu’ ed ottimizzare le risorse. Lo dobbiamo non solo alle Comunita’ italiane all’estero, ma anche alla nostra Italia che ha una potenzialita’, sul piano della cultura, ancora non pienamente espressa sullo scenario internazionale.

Per tali ragioni auspico che si proceda al piu’ presto a realizzare un effettivo e sinergico coordinamento tra il Maeci e Miur nella gestione della rete scolastica e della promozione della lingua italiana all’estero, a 45 anni di distanza dalla legge 153 del 1971, che va riformata, definendo criteri chiari ed evidenti di certificazione di qualita’ sia per l’insegnamento che per l’apprendimento della lingua italiana, per rispondere meglio sia alle richieste delle nostre comunità all’estero che dei tanti stranieri che amano la lingua di Dante e la cultura che essa esprime”.

Infine, l’on. Nissoli ha ringraziato il Ministro sottolineando che con un lavoro sinergico tra Parlamento e Governo si potranno “ottenere sempre migliori risultati soprattutto per il bene delle nostre Comunità all’estero”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *