on. Nissoli (PI) riceve il Lido Civic Club Friendship Award

USA: Delegazione parlamentare italiana incontra, a Washington, Nancy Pelosi
settembre 21, 2014
Periodici italiani all'estero: in gazzetta ufficiale il nuovo regolamento in vigore dal 7 ottobre
settembre 24, 2014
Show all

on. Nissoli (PI) riceve il Lido Civic Club Friendship Award

lido civic club
Roma, 22 settembre 2014 – La settimana scorsa, e precisamente il 18 settembre scorso,  l’on. Fucsia FitzGerald  Nissoli ha ricevuto, a Capitol Hill, la targa “Lido Civic Club Friendship Award” consegnata dal Presidente dell’Associazione, Francesco Isgro, per aver rappresentato attivamente ed efficacemente  tutti gli italiani delle varie regioni presenti in America. Una targa, ha detto Isgro come riconoscimento per i suoi contributi alla comunità italiana – americana come rappresentante eletto degli italiani che vivono in Nord e Centro America”.
Alla manifestazione sono intervenuti anche il deputato americano Bill Pascrell, del New Jersey, e la deputata, sempre del Congresso americano, Rosa Luisa DeLauro, del Connecticut. Entrambi, durante i saluti, hanno posto l’accento sull’importanza e l’orgoglio di essere di origine italiana e ringraziato il Lido Civic Club per il lavoro svolto con le borse di studio erogate in favore degli studenti italoamericani più bisognosi.
Infine, l’On. Pascrell ha ringraziato l’on. Nissoli per il suo impegno a favore delle comunità italiane in USA.
L’on. Nissoli, emozionata per l’accoglienza calorosa ricevuta ha ringraziato, assieme al Lido Civic Club, Tom Stallone e Francesco Isgro.
“Vi ringrazio – ha detto la Nissoli – per quello che fate per la cultura italiana con le vostre scholarships e con tutte le attività filantropiche che avete posto in essere”.
“Sono orgogliosa di essere italiana ed è per me un grande onore rappresentare nel parlamento italiano gli italiani d’America”, ha precisato la deputata eletta in Nord e Centro America evidenziando la sua convinzione della necessità di in un maggior impegno “per far conoscere, in Italia, quell’altra Italia che è nel mondo e quella che è qui negli USA in special modo e comunicare, anche in un momento difficile di crisi economica, l’entusiasmo per il futuro legato alla fortuna di essere nati in un Paese bellissimo culla di civiltà che deve tornare a fiorire”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

undici + 17 =