Comunicato on. Nissoli – 11 Settembre 2014

Per essere più uniti.
settembre 7, 2014
amicizia parlamentare
USA: Delegazione parlamentare italiana a Washington per promuovere il dialogo parlamentare tra le due sponde dell’oceano
settembre 17, 2014
Show all

Comunicato on. Nissoli – 11 Settembre 2014

“Oggi ricorre l’anniversario degli attentati del 2001 alle Twin Towers e al Pentagono, seguiti da altri attentati anche in Europa.

La data dell’11 settembre ormai fa parte della memoria collettiva con tutto quello che questo ha significato per la nostra vita e la nostra società in questi anni. Oggi, quando l’incubo terrorismo sembrava svanire, ci troviamo ancora una volta di fronte a minacce inaccettabili che partono da motivazioni apparentemente religiose ma che della religione non hanno niente, anzi la offendono piegandola ai propri scopi.

Oggi vogliamo commemorare le vittime ed il coraggio, quelle persone e quegli atteggiamenti che sono entrati nel cuore di ciascuno. In effetti anche il nostro lavoro parlamentare ha subito le conseguenze di quegli attentati vedendo rimodellata la propria agenda con accenti più forti sui temi della sicurezza e della lotta al terrorismo, una lotta che deve essere senza quartiere ma che non ci deve condurre all’errore dell’intolleranza a scapito dell’accoglienza, della solidarietà e del dialogo nella convinzione che le nostre vite sono interdipendenti.

Dobbiamo lavorare per la pace e l’armonia nella differenza creando un ambiente favorevole all’incontro con l’altro ed allo sviluppo.

Nessun fanatismo può convincerci che è espressione di una religione, esso non è altro che espressione del cuore malato dell’uomo, delle forze del male da vincere col ramoscello d’ulivo della pace, docile ma forte e resistente ad ogni deserto. Oggi, assieme alle vittime del terrore dell’11 settembre 2001 voglio ricordare le vittime della violenza in Iraq, i cristiani perseguitati costretti a fuggire o a morire. E’ ora che tutti gli uomini di buona volontà attivino una offensiva diplomatica per isolare e fermare quello che è il nuovo volto del terrore. Lo dobbiamo al futuro dell’umanità, lo dobbiamo alle vittime di ogni terrorismo assieme a quelle dell’11 settembre che oggi ricordiamo”.

11/9, Nissoli (PI): Ancora oggi di fronte a minacce inaccettabili

(9Colonne) Roma, 11 set – “Oggi ricorre l’anniversario degli attentati del 2001 alle Twin Towers e al Pentagono, seguiti da altri attentati anche in Europa. La data dell’11 settembre ormai fa parte della memoria collettiva con tutto quello che questo ha significato per la nostra vita e la nostra società in questi anni”. Lo ha dichiarato la deputata di Per l’Italia eletta in America settentrionale e centrale Fucsia FitzGerald Nissoli (PI) in occasione dell’anniversario degli attentati dell’11 settembre 2001. “Oggi – ha detto – quando l’incubo terrorismo sembrava svanire, ci troviamo ancora una volta di fronte a minacce inaccettabili che partono da motivazioni apparentemente religiose ma che della religione non hanno niente, anzi la offendono piegandola ai propri scopi. Oggi vogliamo commemorare le vittime ed il coraggio, quelle persone e quegli atteggiamenti che sono entrati nel cuore di ciascuno. In effetti anche il nostro lavoro parlamentare ha subito le conseguenze di quegli attentati vedendo rimodellata la propria agenda con accenti più forti sui temi della sicurezza e della lotta al terrorismo, una lotta che deve essere senza quartiere ma che non ci deve condurre all’errore dell’intolleranza a scapito dell’accoglienza, della solidarietà e del dialogo nella convinzione che le nostre vite sono interdipendenti. Dobbiamo lavorare per la pace e l’armonia nella differenza creando un ambiente favorevole all’incontro con l’altro ed allo sviluppo. Nessun fanatismo può convincerci che è espressione di una religione, esso non è altro che espressione del cuore malato dell’uomo, delle forze del male da vincere col ramoscello d’ulivo della pace, docile ma forte e resistente ad ogni deserto. Oggi, assieme alle vittime del terrore dell’11 settembre 2001 voglio ricordare le vittime della violenza in Iraq, i cristiani perseguitati costretti a fuggire o a morire. E’ ora che tutti gli uomini di buona volontà – ha concluso FitzGerald Nissoli – attivino una offensiva diplomatica per isolare e fermare quello che è il nuovo volto del terrore. Lo dobbiamo al futuro dell’umanità, lo dobbiamo alle vittime di ogni terrorismo assieme a quelle dell’11 settembre che oggi ricordiamo”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *