Accolto Odg Nissoli per la cittadinanza agli italiani all’estero che l’hanno perduta

Crociata per l'Imu
6 Ottobre, 2015
columbus day 2015
Columbus Day celebra il forte legame tra l’Italia e l’America, oggi unite nella difesa della libertà e della democrazia
17 Ottobre, 2015
Show all

Accolto Odg Nissoli per la cittadinanza agli italiani all’estero che l’hanno perduta

cittadinanza

(Roma, 8 ottobre 2015) – “Oggi, l’Aula di Montecitorio ha esaminato gli emendamenti presentati al Testo di Legge sulla cittadinanza e, con rammarico, ho potuto constatare che il Governo ha deciso di continuare a limitare il provvedimento ai soli minori stranieri nati in Italia o che hanno studiato in Italia e quindi ha dato parere negativo agli altri emendamenti compreso il mio”. Lo ha dichiarato l’On. Fucsia FitzGerald Nissoli (eletta nella Circoscrizione estero – Ripartizione Nord e centro America)  in occasione delle votazioni degli emendamenti alla Proposta di Legge sulla cittadinanza in corso a Montecitorio.

“Pertanto – ha proseguito la deputata – ho ritenuto opportuno ritirare l’emendamento per mantenere aperto un canale di dialogo costruttivo e fattivo con il Governo chiedendo, tramite un Odg, di lavorare ad un “provvedimento che permetta ai nati in Italia, figli di almeno un genitore italiano, che hanno perso la cittadinanza in seguito a espatrio, di riacquistare la cittadinanza italiana facendone espressa richiesta al consolato italiano che ha giurisdizione nel territorio di residenza estera purché ciò non sia in contrasto con accordi bilaterali internazionali in vigore, come previsto nella Proposta di Legge Fitzgerald Nissoli, seguita da  altre 316 firme”.”

Il Governo, in seguito ha accolto tale Ordine del Giorno per cui “ sicuramente abbiamo fatto un passo avanti e dato un segnale positivo agli italiani all’estero”, ha commentato l’On. Fitzgerald Nissoli.

“Tuttavia – ha concluso l’on Nissoli  – dobbiamo continuare a lavorare per far radicare, anche nel Governo, una sensibilità diffusa verso le politiche per gli italiani all’estero.  Io continuerò a battermi tenacemente affinché ogni italiana e italiano che ha perso la cittadinanza andando a vivere all’estero possa riacquistarla presso il Consolato di appartenenza”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *